L’abbandono di General Motors segna le sorti del terzo competitor nell’Infotainment lasciando campo libero ad Android Auto e CarPlay di Apple.

La notizia appare scontata ma stupisce la tempistica. Probabilmente General Motors non vuole restare indietro nel settore del Car Entertainment, cosa che avrebbe influenzato le vendite.

Gli ultimi modelli della General Motors pur montando il nuovo sistema di infotainment non possiedono tutte quelle potenzialità che e quelle app che, dagli annunci di MyLink, avrebbero rivoluzionato il modo di vivere in auto. Nessuna notizia di app come NPR, Slacker Radio, Kaliki, Glympse o Priceline. Solo l’app Pandora è stata lanciata.

Non sia hanno notizie neanche del sistema streaming LTE che avrebbe consentito una connettività totale della vostra auto con la rete Internet.

Per stessa ammissione di Mary Chan, Presidente del Global Connected Consumer della GM, c’è stato un cambio repentino di strategia che ha portato la compagnia ad investire su Android Auto e Apple CarPlay. Il motivo fondamentale è che il mondo dell’Infotainment è cambiato da qualche mese con due nuovi sistemi che nascono già maturi, con migliaia di App di ogni genere, già testate e acquistate da milioni di clienti. Questo significa che la mole di sviluppo di un sistema totalmente nuovo come MyLink avrebbe sicuramente creato seri problemi di stabilità sia hardware che software. Per non citare le problematiche legate all’interfaccia con la centralina del motore.

MyLink, a differenza dei due competitor, nasce senza App di rilievo e tutto l’onere era ormai ricaduto sull’azienda che non è riuscita a sviluppare nulla di attraente e utile con l’unica eccezione del pratico OnStar Remote Link che pur girando su qualunque smartphone, consente di gestire varie funzioni della propria auto come:

  • Chiusura e apertura delle porte dell’auto
  • Avvio e spegnimento del motore (per garantire la climatizzazione dell’ambiente prima di arrivare in auto!)
  • Tracciabilità del veicolo su mappa
  • Diagnostica di ogni parte dell’auto con allarmi in tempo reale
  • Gestione del sistema hotspot Wi-Fi integrato

Sono tutte ottime funzioni che ritroveremo nel prossimo futuro in ogni auto grazie ad Android Auto e Apple CarPlay.